Circolari


UNICO 2010

 

In base alle notizie di stampa (Il Sole 24 ore) è certa la proroga dei versamenti per i contribuenti sottoposti agli studi di settore con le scadenze evidenziate nel prospetto allegato:

SCADENZA
ADEMPIMENTI
        • MODALITA’ OPERATIVE

16/06/2010

 
(dal 17 giugno al 16 luglio 2010, con l’aumento del 0,40%)
Unico 2010 – Unico Mini 2010- Contribuenti estranei agli studi si settore – Versamento saldo 2009 e prima rata di acconto per il 2010 delle persone fisiche e degli altri contribuenti con esercizio che coincide con l’anno solare che presentano l’Unico 2010. Il pagamento può essere fatto in modo rateale.
Con il modello F24. L’importo a debito può essere compensato con i crediti spettanti al contribuente.
30/06/2010
Unico 2010 persone fisiche. Contribuenti che presentano alla posta l’Unico 2010 e Unico Mini 2010.
Presentazione tramite un ufficio postale (la scadenza è al 30 settembre per l’invio telematico).
    • 06/07/2010

     

    (dal 7 luglio al 5 agosto 2010, con l’aumento del 0,40%)
Unico 2010 – Contribuenti "interessati" dagli studi di settore, partecipanti compresi – Versamento a saldo 2009 e prima rata di acconto per il 2010 delle persone fisiche e degli altri contribuenti con esercizio che coincide con l’anno solare che presentano l’Unico 2010.
Con il modello F24. L’importo a debito può essere compensato con i crediti spettanti al contribuente.
  • 06/07/2010

 

(dal 7 luglio al 5 agosto 2010, con l’aumento del 0,40%)
Iva – Adeguamento Iva agli studi di settore dei contribuenti che presentano l’Unico 2010. Per l’adeguamento Iva agli studi di settore, è possibile eseguire il pagamento a rate.
I contribuenti, che effettuano l’adeguamento ai ricavi o compensi presunti dagli studi di settore, devono versare l’Iva per adeguamento con il codice tributo 6494. Gli importi devono essere versati con F24 entro il termine del versamento a saldo dell’imposta sul reddito. L’importo a debito può essere compensato.
  • 06/07/2010

 

(dal 7 luglio al 5 agosto 2010, con l’aumento del 0,40%)
Unico 2010 Studi di Settore – Maggiorazione del 3% per i ricavi o compensi non annotati. I contribuenti che adeguano le entrate contabilizzate, se inferiori al ricavo o compenso, che risulta dagli studi di settore, devono versare una maggiorazione del 3% calcolata sulla differenza tra i ricavi (o i compensi) derivanti dall’applicazione degli studi e quelli annotati nelle scritture contabili. E’ escluso il pagamento rateale.
Con il Mod. F24. Per pagare la maggiorazione del 3% si usa il codice tributo 4726 denominato <<Persone fisiche, maggiorazione del 3% adeguamento studi di settore>> o il codice 2118 denominato <<Soggetti diversi dalle persone fisiche, maggiorazione 3% adeguamento studi di settore>>. L’importo a debito può essere compensato.